Come far funzionare al meglio la Tua Associazione

Come far funzionare al meglio la Tua Associazione

Prendersi il tempo giusto per analizzare il contesto in cui si opera; valorizzare le competenze di tutti i soggetti coinvolti, da chi decide a chi sa e a chi poi deve fare; governare tutto il governabile, compresi i dettagli apparentemente innocui, per essere più preparati a gestire gli imprevisti: sono alcune delle regole per la gestione dei processi di crescita e innovazione, proposti attraverso il nuovo modello dei gruppi collaborativi.

Andare piano per andare forte (go slow to go fast) è una delle prime regole rivolte alle Associazioni del Terzo Settore pronte ad affrontare cambiamenti, anche dei processi interni: significa sviscerare tutti gli ostacoli e le variabili e arrivare a decisioni che, se vengono prese in modo trasparente e coinvolgendo tutti anziché essere calate dall'alto, hanno molte più chance di essere "implementate”.

Curare ogni dettaglio (everything speaks): significa eliminare ogni possibile “rumore di fondo” (per esempio: la scelta, apparentemente innocua, del carattere per striscioni, depliant o biglietti da visita, magari carini ma poco leggibili) che possa distrarre dagli obiettivi.

Imparare dagli altri (learn by telling others) è il perno della teoria: promuovere momenti di condivisione vera, orizzontale, ma lasciando spazio all'improvvisazione e alla partecipazione (anche in chat), attraverso cui ciascuno può offrire il proprio contributo perché ciascuno è esperto in ciò che fa.